Visitando Farmasubito.com acconsenti all'utilizzo dei Cookie per una migliore esperienza di navigazione.
Maggiori Dettagli ACCETTO

Portare il Cane in Spiaggia: Guida per i Padroni

Consigli per Portare il Cane in Spiaggia

Grazie al costante aumento di spiagge che consentono l’ingresso agli animali domestici, è sempre più frequente incontrare cani che si gustano con i loro padroni il sole ed il relax delle vacanze, oppure una semplice passeggiata in riva al mare.

La Prima Regola

Purtroppo non tutte le spiagge sono attrezzate o vogliono accogliere gli animali: per questo motivo, la prima regola fondamentale è assicurarsi in anticipo che la spiaggia dove volete recarvi sia in grado di accogliere il vostro cane e non vieti l’accesso agli animali domestici. Una semplice telefonata o richiesta anticipata può evitarvi fastidiosi contrattempi.

Il Cambio di Ambiente e di Clima

È importante considerare che non è il nostro migliore amico ad averci chiesto una vacanza al mare: si tratta di un cambiamento di clima e luogo che gli viene imposto, situazione che potrebbe far nascere stress nell’animale.

Il primo impatto con l’ambiente sconosciuto potrebbe portare il vostro cane ad essere timido, sulla difensiva e, in generale, molto più attaccato a voi che rappresentate il suo punto di riferimento durante l’esplorazione di un vero e proprio “nuovo mondo”. Una volta abituatosi alla spiaggia, il cane guadagnerà fiducia, giocosità ed iperattività a causa delle numerose distrazioni del bagnasciuga: assicuratevi di avere sempre a portata di mano una museruola morbida, un guinzaglio e di non perdere mai di vista il vostro cane, anche per rispetto verso gli altri bagnanti.

Per aumentare il benessere del cane, è consigliato portare una ciotola con acqua fresca e qualche snack leggero, oltre a dei giochi già utilizzati in precedenza. L’acqua è particolarmente importante, poiché i cani tendono a soffrire molto il caldo ed hanno bisogno di idratarsi continuamente.

Il clima del mare, con il suo caldo sole, non è esattamente l’ideale per i cani e, di norma, valgono le stesse regole di protezione e cautela consigliate anche ai padroni, ovvero procurarsi o affittare un ombrellone per delle pause all’ombra, rinfrescarsi in acqua di tanto in tanto ed evitare le ore più calde e pericolose della giornata (in particolare dalle 11:00 alle 16:00): anche i cani sono sensibili ai colpi di calore!

Esistono delle creme solari adatte anche ai cani, ma sono realmente necessarie solo nel caso in cui il vostro cane sia albino, ovvero con pelo completamente bianco e naso rosa: se il vostro cane ha queste caratteristiche, consultate un veterinario per sapere quali sono i prodotti adatti a ripararlo dal sole.

Un Bel Bagno!

L’acqua è molto allettante per i cani e nemmeno il vostro quattro-zampe resisterà al fascino di un bel tuffo, ma anche in questo caso ci sono delle regole da rispettare per garantire la buona salute dell’animale.

Evitate di far bagnare il vostro cane a stomaco pieno, come per gli umani quattro ore dall’ultimo pasto e soprattutto se l’acqua è piuttosto fredda (temperatura dell’acqua sotto i 22°C). Tenetelo sempre sotto controllo mentre nuota e non permettetegli di restare a lungo in acqua, in quanto il nuotare è un’attività molto faticosa per il cane che potrebbe facilmente esagerare e superare i propri limiti di resistenza. Non entrare in acqua senza un dovuto riscaldamento, soprattutto se avete passato la giornata a riposarvi sotto l’ombrellone. Quando si esce dall’acqua, occhio agli schizzi! Il primo istinto del cane è di scrollarsi: alcuni bagnanti potrebbero non gradire una inaspettata e proverbiale doccia canina. Anche per il cane, dopo il bagno è molto consigliata una bella doccia corroborante ed in grado di eliminare i residui di sabbia e  sale, fonte di irritazioni della cute: nella maggior parte dei casi basta solo l’acqua fresca, ma se il vostro cane è particolarmente sensibile consigliamo anche l’utilizzo di un’apposito shampoo delicato per cani. Ricordatevi di non tralasciare l’interno delle orecchie, da pulire delicatamente dai residui di sabbia e sale!

cane-spiaggia-consigli-2

Rispetto anche per gli Altri

Se è giusto che il nostro amico animale abbia la possibilità di godersi la giornata in spiaggia, è anche corretto rispettare il diritto alla tranquillità degli altri bagnanti. Mai in spiaggia senza paletta e sacchetti: anche nelle spiagge attrezzate, il ripulire e raccogliere sempre i bisogni del cane è un dovere del padrone.

Cosa Fare se si è oggetto di Lamentele?

Nonostante tutti gli accorgimenti e la nostra volontà di rendere ideale la giornata al mare per noi, per il nostro cane e per le persone intorno, capita spesso di suscitare l’ira o le proteste di altri bagnanti.

In caso di spiaggia privata attrezzata, spiaggia pubblica attrezzata o spiaggia privata con consenso all’accesso ricevuto dai gestori (vedi il primo paragrafo), chi protesta ha ben poco a cui potersi aggrappare.

Una cosa importante da tenere a mente è che nel caso decidiate di recarvi in una spiaggia pubblica, il “libero accesso” si intende sia per voi, sia per il vostro animale, a meno della presenza di un divieto chiaro ed inconfutabile. Nessuno può imporvi o intimarvi di abbandonare la spiaggia (siano essi bagnini o bagnanti), fatta eccezione per le forze dell’ordine e comunque sempre mostrandovi il suddetto divieto: se le forze dell’ordine si rifiutano di mostrarvi il divieto, è un vostro diritto richiedere il numero di matricola all’ufficiale ed inviare una comunicazione all’Arma per omissione di atti d’ufficio.

comments powered by Disqus